fbpx
Alto
Info_Viaggi

Info COVID19

EMERGENZA COVID 19
INFORMAZIONI PER I CLIENTI

 

Gentili clienti,
data la natura mutevole e imprevedibile del decorso dell’epidemia da Covid-19 e l’incertezza del momento, desideriamo dare le seguenti informazioni.

In considerazione dei rischi legati alla pandemia in corso, gli organizzatori di pacchetti turistici, le strutture ricettive ed i fornitori di singoli servizi turistici e di trasporto potrebbero aver previsto o prevedere in futuro modifiche, limitazioni, sospensioni o restrizioni ai servizi normalmente disponibili, in ottemperanza a leggi, regolamenti, protocolli di sicurezza, linee guida o istruzioni emanate da autorità locali, regionali, nazionali o internazionali, allo scopo di prevenire e contrastare la diffusione del contagio. Tali indicazioni e le precauzioni che i viaggiatori devono adottare sono passibili di modifiche, senza preavviso, da parte delle competenti autorità.
Invitiamo tutti i clienti a controllare con attenzione le spese di recesso (penali di cancellazione) previste e le condizioni della tariffa. Il recesso per motivi o timori personali o giustificato dall’obbligo di sottoporsi a test, isolamento fiduciario, quarantena o da altre circostanze di natura soggettiva e/o non imputabili al viaggiatore (ad es. revoca delle ferie, perdita del lavoro) potrebbe comportare l’addebito delle penali previste. Vi chiediamo di verificare con attenzione le condizioni applicate. 
In caso di acquisto di pacchetto turistico, le penali non sono dovute in caso di circostanze inevitabili e straordinarie verificatesi nel luogo di destinazione o nelle sue immediate vicinanze e che hanno un’incidenza sostanziale sull’esecuzione del pacchetto o sul trasporto di passeggeri verso la destinazione. La fonte ufficiale è il sito dell’unità di crisi del Ministero degli Affari Esteri www.viaggiaresicuri.it con riguardo agli avvisi in vigore alla data di partenza o in prossimità di tale data.
La richiesta di prenotazione comporta la consapevolezza della natura mutevole e imprevedibile del decorso della pandemia e della possibilità che vengano adottate in futuro nuove e divere misure di sicurezza o limitazioni agli spostamenti.
Ricordiamo che le condizioni generali di contratto di pacchetto turistico prevedono che, ove alla data di prenotazione la destinazione prescelta risultasse, dai canali informativi istituzionali, località oggetto di “sconsiglio o “avvertimento” per motivi di sicurezza, il viaggiatore che successivamente dovesse esercitare il recesso non potrà invocare, ai fini dell’esonero o della riduzione della richiesta di indennizzo per il recesso operato, il venir meno della causa contrattuale connessa alle condizioni di sicurezza del Paese. Allo stesso modo dovrà tenersi in considerazione la situazione epidemiologica in essere al momento della prenotazione, rispetto ad eventuali richieste o pretese future.  Anche in relazione a ciò, prima della prenotazione, dovranno essere a noi inoltrate in maniera scritta eventuali richieste specifiche che si considerano oggetto del contratto; tali richieste potranno essere da noi riconfermate solamente se possibili e verranno riportate per iscritto nel contratto e quindi da noi accettate tenendo comunque conto che non è possibile fornire alla data di prenotazione informazioni definitive valide per la data del viaggio, relativamente alle eventuali limitazioni e alle modalità di fruizione dei servizi offerti dai vari fornitori o adottate dai singoli Stati e che esse potrebbero quindi essere oggetto di modifiche, in adempimento alla normativa applicabile e in considerazione all’evolvere della situazione epidemiologica. Il sito www.esteri.it, nel focus dedicato al Coronavirus raggiungibile dalla home page riporta questa informazione datata 31 marzo 2021: “Considerato l’aggravarsi della situazione epidemiologica in Europa, la Farnesina raccomanda a tutti i connazionali di evitare viaggi all’estero se non per ragioni strettamente necessarie. Si fa altresì presente che considerato l’alto numero dei contagi in molti Paesi europei, non si possono esclude-re future ulteriori restrizioni agli spostamenti che rischierebbero di complicare eventuali rientri in Italia.
Analoghe problematiche di rimpatrio potrebbero verificarsi, con incidenza ben più grave, in caso di viaggi verso destinazioni extra-UE.”
Consigliamo di effettuare il questionario interattivo disponibile all’indirizzo: https://infocovid.viaggiaresicuri.it/ per verificare la normativa italiana e le eventuali limitazioni in relazione al viaggio che intende fare, inserendo la destinazione prescelta e la motivazione del suo viaggio.

Per fronteggiare l’emergenza sanitaria, i singoli Stati e le relative autorità competenti hanno facoltà di prevedere periodi di quarantena o isolamento fiduciario, sia all’arrivo sia al rientro, a tutela della sicurezza e sanità pubblica. La informiamo quindi che le potrebbe essere richiesto di sottoporsi a controllo della temperatura, a test sanitari, a periodi di isolamento o quarantena, alla compilazione di moduli o autocertificazioni e non possiamo escludere che potrebbe non essere imbarcato, non poter usufruire dei servizi prenotati (anche parzialmente) o dover sostenere dei costi non previsti (es. test diagnostici, notti extra, cambio prenotazioni, ecc.). Ciò vale anche nei casi in cui non siano rispettate le misure igienico sanitarie e, in generale, le misure in vigore, che variano da Stato a Stato. I viaggiatori, in caso venisse riscontrata la positività al virus durante il viaggio o manifestino sintomi ad esso riconducibile, dovranno attenersi alle regole previste dalle autorità competenti dello stato in cui si trovano, che potrebbero comportare tempi, conseguenze, danni e costi a carico del viaggiatore.
Ricordiamo che, in caso di pacchetto turistico, ai sensi dell’art. 43 comma 3 del Codice del turismo al viaggiatore non è riconosciuto il risarcimento dei danni se eventuali difetti di conformità rilevati durante l’esecuzione di un servizio turistico incluso nel contratto di pacchetto turistico sono dovuti a circostanze inevitabili e straordinarie.

Il Consiglio dei Ministri ha deliberato la proroga dello stato di emergenza sul territorio nazionale fino al 3dicembre 2021, con Decreto Legge 23 luglio 2021, n. 105, in conseguenza del perdurante rischio sanitario connesso alla diffusione di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili, con particolare riferimento al nuovo coronavirus SARS-CoV-2 e alla patologia ad esso associata, COVID-19.

SPOSTAMENTI DA E PER L’ESTERO

Da gennaio 2020, perdura in tutto il mondo l’emergenza sanitaria causata da COVID-19. Tutti coloro che intendano recarsi all’estero, indipendentemente dalla destinazione e dalle motivazioni del viaggio, devono considerare che qualsiasi spostamento, in questo periodo, può comportare un rischio di carattere sanitario. In particolare, nel caso in cui sia necessario sottoporsi a test molecolare o antigenico per l’ingresso/rientro in Italia, si rammenta che i viaggiatori devono prendere in considerazione la possibilità che il test dia un risultato positivo. In questo caso, non è possibile viaggiare con mezzi commerciali e si è soggetti alle procedure di quarantena e contenimento previste dal Paese in cui ci si trova. Tali procedure interessanosecondo la normativa localeanche i cosiddetti “contatti” con il soggetto positivo, che sono ugualmente sottoposti a quarantena/isolamento dalle autorità locali e a cui non è consentito spostarsi.  Si raccomanda, pertanto, di pianificare con massima attenzione ogni aspetto del viaggio, contemplando anche la possibilità di dover trascorrere un periodo aggiuntivo all’estero, nonché di dotarsi di un’assicurazione sanitaria che copra anche i rischi connessi a COVID-19.

La disciplina generale italiana per gli spostamenti da/per l’estero è contenuta nel DPCM 2 marzo 2021, nell’Ordinanza 29 luglio 2021in parte prorogata fino al 25 ottobre, e nell’Ordinanza 28 agosto 2021, in vigore dal 31 agosto al 25 ottobre 2021.  Il DPCM continua a basarsi su cinque elenchi di Paesi per i quali sono previste differenti misure. Tali elenchi sono contenuti nell’Allegato 20 e possono essere modificati con apposita Ordinanza adottata dal Ministro della Salute, di concerto con il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Per i dettagli, selezionare la voce di interesse, cliccando sulla lettera o il titolo nell’elenco che segue.

A – San Marino, Città del Vaticano

B –  Stati e territori a basso rischio epidemiologico, che verranno individuati con apposita Ordinanza, tra quelli di cui all’elenco C. Al momento, nessuno Stato è in questo elenco.

C – Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca (incluse isole Faer Oer e Groenlandia), Estonia, Finlandia, Francia (inclusi Guadalupa, Martinica, Guyana, Riunione, Mayotte ed esclusi altri territori situati al di fuori del continente europeo), Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi (esclusi territori situati al di fuori del continente europeo), Polonia, Portogallo (incluse Azzorre e Madeira), Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna (inclusi territori nel continente africano), Svezia, Ungheria, Islanda, Norvegia, Liechtenstein, Svizzera, Andorra, Principato di Monaco, Israele.

D – Albania, Arabia Saudita, Armenia, Australia, Azerbaigian, Bosnia ed Erzegovina, Brunei, Canada, Emirati Arabi Uniti, Giappone, Giordania, Libano, Kosovo, Moldavia, Montenegro, Nuova Zelanda, Qatar, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord (compresi Gibilterra, Isola di Man, Isole del Canale, basi britanniche nell’isola di Cipro), Repubblica di Corea, Repubblica di Macedonia del Nord, Serbia, Singapore, Stati Uniti d’America, Ucraina, Taiwan, Regioni Amministrative Speciali di Hong Kong e Macao.

E – Resto del mondo: tutti gli Stati e territori non espressamente indicati in altro elenco.  

Paesi soggetti a misure speciali: Brasile, India, Bangladesh e Sri Lanka. 

Modulo di localizzazione – digital Passenger Locator Form (dPLF)

A partire dal 24 maggio 2021, ai sensi dell’art. 3 dell’Ordinanza del 14 maggio 2021, chiunque faccia ingresso in Italia, per una qualsiasi durata e attraverso qualsiasi mezzo di trasporto, da Stati o territori esteri di cui agli elenchi B, C, D ed E dell’allegato 20 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 2 marzo 2021, prima del proprio ingresso nel territorio nazionale, è tenuto a compilare un Modulo per la Localizzazione in formato digitale, denominato anche digital Passenger Locator Form (dPLF).

Si tratta di moduli con cui vengono raccolte le informazioni di contatto e le specifiche sull’indirizzo della permanenza dei viaggiatori in territorio nazionale, per permettere all’Autorità Sanitaria italiana di contattarli tempestivamente, qualora esposti ad una malattia infettiva diffusiva. In caso di viaggio in aereo, sarà compito del vettore verificare l’avvenuta compilazione del dPLF prima dell’imbarco del passeggero. La mancata compilazione comporterà il diniego all’imbarco.

Per maggiori informazioni, si raccomanda di consultare le Ordinanze su citate, il sito web del Ministero della Salute e le compagnie aeree interessate.

Il dPLF va inviato obbligatoriamente prima dell’imbarco. Sarà comunque sempre modificabile il campo relativo al numero di posto assegnato sul volo.

Per compilare il dPLF è necessario:

  • collegarsi al sito https://app.euplf.eu/
  • seguire la procedura guidata per accedere al dPLF
  • scegliere l’Italia come Paese di destinazione
  • registrarsi al sito creando un account personale con user e password (è necessario farlo solo la prima volta)
  • compilare e inviare il dPLF seguendo la procedura guidata

Una volta inviato il modulo, il passeggero riceverà all’indirizzo e-mail indicato in fase di registrazione, il dPLF in formato pdf e QRcode che dovrà mostrare direttamente dal suo smartphone al momento dell’imbarco. In alternativa, il passeggero potrà stampare una copia del dPLF da mostrare all’imbarco.

È sufficiente compilare un unico dPLF per nucleo familiare.

Per maggiori informazioni consultare il sito Passenger Locator Form digitale Europeo

Per informazioni dettagliate sulla compilazione obbligatoria dei Passenger Locator Forms si rimanda al sito web del Ministero della Salute.

La compilazione del modulo digitale, sostituisce la dichiarazione di cui all’art. 50, comma 1, del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 2 marzo 2021. In casi eccezionali, ovvero esclusivamente in caso di impedimenti tecnologici, sarà possibile compilare il modulo cartaceoSi precisa che l’autodichiarazione resa alla Polizia di Frontiera dovrà sempre essere esibita in versione cartacea.

Anche se il viaggiatore ha verificato di poter effettuare il viaggio e rientrare, ai sensi delle norme italiane, ogni Stato estero ha proprie regole per l’ingresso e il transito.
In ogni caso, l’ingresso nel Paese è rimesso alla valutazione degli ufficiali preposti ai controlli di frontiera, sia in Italia che nel Paese di destinazione. Le autorità del Paese di destinazione possono prevedere il divieto di ingresso per alcune o tutte le categorie di viaggiatori, anche se lo spostamento verso l’estero risulta possibile per la normativa italiana.

Si raccomanda di visionare la scheda Paese su www.viaggiaresicuri.it in quanto sono sempre possibili restrizioni ulteriori per i viaggiatori italiani ad opera delle autorità locali e, per i viaggi in UE, il sito https://reopen.europa.eu/it/
Le informazioni e le regole sono oggetto di frequenti aggiornamenti da parte delle relative autorità, per cui è necessario un costante controllo sui siti indicati e su quelli che riportano informazioni ufficiali.

In tutti i nostri pacchetti sono previste speciali polizze assicurative a copertura delle spese di recesso, nonché quelle derivanti da infortuni e/o malattie che coprano anche le spese di rimpatrio e per la perdita e/o danneggiamento del bagaglio. I viaggiatori sono invitati a segnalare eventuali necessità o esigenze assicurative e a prendere attenta visione delle condizioni di polizza, che potrebbero presentare delle limitazioni o esclusioni per quanto riguarda rischi legati al Covid19 e/o a pandemie o epidemie.
Vi ricordiamo che, ai sensi dell’art. 43 comma 3 del Codice del turismo al viaggiatore non è riconosciuto il risarcimento dei danni se eventuali difetti di conformità rilevati durante l’esecuzione di un servizio turistico incluso nel contratto di pacchetto turistico sono dovuti a circostanze inevitabili e straordinarie.

Di seguito altri link a pagine utili:

Ministero dei Trasporti: www.mit.gov.it
Per i provvedimenti governativi emanati in seguito all’emergenza Coronavirus: http://www.governo.it/it/coronavirus-misure-del-governo
Per il trasporto aereo: il sito della compagnia di trasporto utilizzata e il sito della IATA https://www.iata.org/en/youandiata/travelers/health/

PREVENZIONE COVID-19

Di seguito elenchiamo consigli e pratiche di prevenzione CODIV-19, riportando le procedure che vanno adottate al fine di tutelare la propria salute e quella degli altri in tutte le fasi della fruizione dei nostri pacchetti di viaggio.

1) Il giorno della partenza non recarti in aeroporto o al punto di carico del bus se hai i seguenti sintomi: Febbre sopra i 37,5°, tosse, mancanza di respiro, perdita del gusto o dell’olfatto, sintomi influenzali.

2) Assicurati di avere abbastanza mascherine per il tuo viaggio; in genere le mascherine vanno sostituite dopo essere state indossate per 4 ore, se non diversamente indicato dal produttore o quando si bagnano o si sporcano. Assicurati di disporre di un numero sufficiente di mascherine in ragione dell’intera durata del tuo viaggio.

3) Il giorno della partenza e del ritorno dovrai compilare e consegnare dei moduli di salute che ti verranno inviati con i documenti di viaggio. Fai attenzione perché dovranno essere compilati e datati il giorno stesso o al massimo il giorno precedente il viaggio.

VIAGGIARE CON FAMILIARI O AMICI

Per la corretta assegnazione dei posti a sedere sui mezzi di trasporto, al ristorante, in alloggio e per il regolamento attività, all’atto della prenotazione per più persone è importante indicare se esse sono o non sono conviventi.

IN AEROPORTO

Solo i passeggeri in partenza possono accedere ai Terminal con la presentazione obbligatoria della carta d’imbarco o della prenotazione.
In aeroporto verrà effettuato il controllo della temperatura e sarà negato l’accesso ai passeggeri sprovvisti di mascherina. Verrà inoltre richiesto di seguire la segnaletica apposita per garantire il distanziamento necessario di almeno 1 metro tra persone non conviventi. Consigliamo di recarsi in aeroporto con largo anticipo.
Segui comportamenti adeguati e indossa la mascherina per proteggere te stesso e gli altri.
In particolare: lavati spesso le mani con acqua e sapone e utilizza il gel a base alcolica, non toccarti occhi, naso e bocca con le mani, copriti bocca e naso con fazzoletti monouso quando starnutisci o tossisci, e buttali immediatamente dopo l’uso; altrimenti, usa la piega del gomito, evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie, evita le strette di mano e gli abbracci.
Assicurati di mantenere il distanziamento sociale di almeno 1 m, indossa la mascherina e sii consapevole che, nel caso il controllo della temperatura risulti non conforme (>37,5°) non potrai viaggiare.

IN AEREO

Indossa sempre la mascherina e mantieni i comportamenti di igiene adeguati. In particolare: lavati spesso le mani con acqua e sapone e utilizza il gel a base alcolica, non toccarti occhi, naso e bocca con le mani, copriti bocca e naso con fazzoletti monouso quando starnutisci o tossisci, e buttali immediatamente dopo l’uso; altrimenti, usa la piega del gomito, evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie, evita le strette di mano e gli abbracci.
Osserva le dimostrazioni di sicurezza effettuate dal personale di volo per essere consapevole delle istruzioni da seguire durante il volo.
Se non ti senti bene durante il viaggio, informa il personale di volo e cerca cure mediche il prima possibile.
Limita i tuoi movimenti in volo a quelli essenziali per il tuo benessere.

ALL’AEROPORTO DI ARRIVO

Indossa sempre la mascherina e mantieni i comportamenti di igiene adeguati. In particolare: lavati spesso le mani con acqua e sapone e utilizza il gel a base alcolica, non toccarti occhi, naso e bocca con le mani, copriti bocca e naso con fazzoletti monouso quando starnutisci o tossisci, e buttali immediatamente dopo l’uso; altrimenti, usa la piega del gomito, evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie, evita le strette di mano e gli abbracci.
Prendi i tuoi bagagli e lascia il terminal il prima possibile. Riduci il rischio di trasmissione del virus minimizzando il più possibile le interazioni con le persone presenti al Terminal di arrivo.

IN BUS

Indossa sempre la mascherina e mantieni i comportamenti di igiene adeguati. In particolare: igienizza spesso le mani utilizzando il gel a base alcolica, non toccarti occhi, naso e bocca con le mani, copriti bocca e naso con fazzoletti monouso quando starnutisci o tossisci, e buttali immediatamente dopo l’uso; altrimenti, usa la piega del gomito, evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie, evita le strette di mano e gli abbracci.

DURANTE IL SOGGIORNO

Il giorno di arrivo dovrai consegnare al nostro incaricato un’autocertificazione che ti invieremo con i documenti di viaggio.
Durante il soggiorno rispetta le regole di distanziamento di almeno 1 metro tra persone non conviventi, evita luoghi affollati, utilizza la mascherina a protezione delle vie respiratorie in tutti i locali chiusi accessibili al pubblico e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza interpersonale di 1 metro, fatte salve le eccezioni previste dalle disposizioni vigenti (bambini di età inferiore a 6 anni, soggetti con disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina), lava e igienizza frequentemente le mani, evita lo scambio di oggetti, alimenti o bevande con altre persone.
Non partecipare ad attività in pubblico in caso di febbre o sintomi influenzali;
se manifesti febbre, tosse e altri sintomi influenzali, avvisa immediatamente l’accompagnatore per attivare l’assistenza necessaria e la procedura di emergenza nell’attuale contesto COVID-19

ATTIVITA’ PREVISTE DURANTE I VIAGGI / PELLEGRINAGGI 

Le attività previste saranno organizzate con modalità tali da garantire il distanziamento sociale e il rispetto delle relative normative nazionali e regionali che saranno prontamente condivise.

MODIFICA PROGRAMMI DI VIAGGIO

La programmazione delle attività previste potrà essere modificata nel caso si verifichi la mancanza del livello adeguato di sicurezza o a causa dell’approvazione di urgenti ordinanze nazionali, regionali o comunali che vietino lo svolgimento di parte o tutte le attività prenotate.

POLIZZE ASSICURATIVE

Abbiamo integrato la nostra polizza assicurativa medico bagaglio e annullamento viaggio con delle speciali coperture legate alle nuove e possibili casistiche legate al COVID-19.

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.

Invia
1
Invia la tua richiesta qui
Buongiorno, inviaci la tua richiesta. Ti risponderemo dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 18:00. Grazie per averci contattato. Lo staff Rusconi Viaggi.