fbpx
Alto
 

Armenia e Georgia – Gruppo precostituito

Armenia e Georgia – Gruppo precostituito

Questo viaggio affascinante al confine tra Europa e Asia vi permetterà di assaporare lo spirito del Caucaso, il suo calore e la sua ospitalità. L’itinerario si snoda da Erevan a Tbilisi e propone il meglio di Armenia e Georgia: città scavate nella roccia, antichissime chiese e monasteri medievali, cittadelle fortificate e verdi vallate costellate da vigneti.

PROGRAMMA di 10 GIORNI

1° Giorno: ITALIA – EREVAN
In tempo utile ritrovo dei partecipanti in aeroporto, disbrigo delle formalità di imbarco e partenza con volo di linea per Erevan (con scalo intermedio). Pernottamento a bordo.

2° Giorno: EREVAN
Arrivo previsto nelle prime ore del mattino, disbrigo delle formalità doganali e trasferimento in hotel. Sistemazione nelle camere riservate e prima colazione. Tempo a disposizione. Pranzo in ristorante. Pomeriggio dedicato alla visita panoramica della città con l’Istituto dei Manoscritti antichi Matenadran, dove sono conservati importanti manoscritti ed i primi libri stampati in Armenia risalenti al XVI sec.; il Museo “Erebuni”, con gli scavi archeologici che hanno riportato alla luce le antiche rovine del palazzo reale risalente al 782 a.C.; il monumento Mair Hayastan, la Madre dell’Armenia, da dove si gode di una bellissima vista sulla città; Tsitsernakaberd, monumento e museo dedicato alle vittime del genocidio del 1915. Cena e pernottamento.

3° Giorno: EREVAN – KHOR VIRAP – NORAVANK – EREVAN
Pensione completa. Partenza per Khor Virap e visita del famoso Monastero che sorge nel luogo di prigionia di San Gregorio l’Illuminatore, a cui si deve la conversione dell’Armenia. Dal Monastero si gode di una splendida vista del biblico Monte Ararat. Proseguimento per il villaggio di Areni, famoso per la produzione di vino, e quindi per il Monastero di Noravank, grande centro religioso e culturale del XIII sec., in spettacolare posizione sulla cima di un precipizio.

4° Giorno: EREVAN – ETCHMIADZIN – EREVAN
Pensione completa. Mattinata dedicata alla visita del Complesso di Etchmiadzin, vero e proprio centro spirituale del Cristianesimo in Armenia e sede del Katholikos, il patriarca di tutti gli Armeni. Visita della chiesa di Hripsime, all’estremità orientale di Etchmiadzin, e  della Cattedrale di Etchmiadzin, il più antico tempio cristiano del Paese: secondo la tradizione San Gregorio l’Illuminatore a seguito di un’apparizione di Cristo ebbe l’indicazione di edificare in questo punto la prima chiesa armena. Visita delle chiese di Santa Gayane e Shoghagat. Nel pomeriggio, visita alle rovine di Zvartnots con il Tempio del Paradiso degli Angeli e delle rovine della chiesa dedicata a S. Gregorio. Rientro a Erevan.

5° Giorno: EREVAN – GARNI – GEGHARD – LAGO SEVAN
Pensione completa. In mattinata partenza per la regione Kotayk e visita del Tempio pagano di Garni, dalle classiche linee ellenistiche, l’unico del genere esistente in Armenia. Proseguimento per il Monastero di Gheghard, noto nell’antichità come quello delle Sette Chiese o della Lancia, nome derivato dalla reliquia che, secondo la tradizione, ferì il costato di Gesù. Partenza per il lago Sevan, situato a circa 2000 metri di altitudine. Si visita la penisola di Sevan con le sue due piccole chiese. Pernottamento a Sevan o Dilijan.

6° Giorno: LAGO SEVAN – ALAVERDI – TBILISI
Pensione completa. Partenza per Alaverdi, città nota per le miniere di rame, situata nella regione di Lori, nell’Armenia nordorientale. Si visiteranno: il Monastero di Haghpat (X – XIII sec.) in posizione splendida sulla gola del fiume Debed, e Sanahin (eretto tra il X e il XIII secolo), suggestivo complesso con chiese, tombe e moltissime Khatchkar. Proseguimento per la frontiera armeno/georgiana,  disbrigo delle formalità doganali, cambio di pullman e proseguimento per Tbilisi. Arrivo e sistemazione in hotel.

7° Giorno: TBILISI
Pensione completa. Intera giornata dedicata alla visita della capitale della Georgia: la città gode di una posizione magnifica chiusa da suggestive colline e con le montagne in lontananza. Sulla sponda destra del fiume Mtkvari, si trovano la città vecchia e le antichissime  terme. Visita dei monumenti più significativi come la chiesa di Metekhi, la Sinagoga ed il Museo Statale della Georgia. Nel pomeriggio proseguimento della visita della città nuova con l’elegante via Rustaveli.

8° Giorno: TBILISI – MTSKHETA – GORI – TBILISI
Pensione completa. Visita dell’antica capitale Mtskheta che ospita alcune delle chiese più antiche del paese e ne rappresenta il cuore spirituale sin da quando il cristianesimo diventò religione di stato nel 337. Visita del Monastero di Jvari (VI sec.) e della Cattedrale di Svetitskhoveli (XI sec.), uno dei luoghi più sacri del Paese, dov’è custodita la tunica di Gesù. Proseguimento per Gori, la città natale di Josef Vissarlonovich, passato alla storia con lo pseudonimo di Stalin. Visita ad Uplisttsikhe, città scavata nella roccia risalente al I millennio a.C..

9° Giorno: TBILISI – DAVID GAREJA – TBILISI
Pensione completa. In mattinata partenza per la visita del grandioso complesso monastico di David Gareja, situato sulle pendici semi-desertiche del Monte Gareja. Fondato nel VI sec. da David, uno dei 13 padri siriani, il complesso include centinaia di celle, chiese, cappelle, refettori e alloggi, molti dei quali scavati nella roccia. E’ possibile salire, con un’ora circa di cammino, alla parte superiore del complesso, conosciuta come monastero di Udabno famoso per i suoi affreschi risalenti al VIII-XIII sec.

10° Giorno: TBILISI – ITALIA
Al mattino presto trasferimento in aeroporto e partenza per il rientro in Italia.

Possibilità di partenze dai principali aeroporti italiani.

10 giorni
di Gruppo
Documento richiesto Passaporto individuale con validità residua di almeno 6 mesi oltre le date del viaggio. Orario Tre ore in più rispetto all'Italia. Due ore in più quando in Italia è in vigore l'ora legale. Clima e abbigliamento ARMENIA: Il clima è continentale con estati secche e soleggiate che durano da giugno a settembre ed inverni freddi e nevosi. GEORGIA: Il clima della Georgia si può dividere in tre fasce: la Costa del Mar Nero, con clima di tipo subtropicale, caratterizzato da notevole piovosità, in particolare nella zona intorno alla città di Batumi (confine turco). Il paesaggio è lussureggiante. L’inverno è piuttosto mite, con rare nevicate; in estate il clima è caldo-umido. Zone di alta montagna del Grande e Piccolo Caucaso, con clima per molti versi analogo a quello dell’arco alpino europeo. Zone pianeggianti o collinari, inclusa la capitale Tbilisi, caratterizzate da un clima temperato ma dove, a volte, si riscontra caldo afoso in estate e gelo in inverno. Rara la nebbia. I periodi migliori per visitare i due Paesi sono le stagioni intermedie. È consigliabile un abbigliamento pratico, scarpe comode, k-way o giacca impermeabile, indumenti caldi per la sera anche in estate. Valuta ARMENIA: La moneta armena è il Dram (AMD) che si divide in 100 Luma (€ 1 = 530 ADM). E' possibile cambiare nelle banche e negli uffici di cambio. Le carte di credito dei principali circuiti internazionali sono facilmente utilizzabili a Erevan, mentre sono meno diffuse nel resto del Paese. A Erevan è possibile prelevare contanti dagli sportelli bancomat con carte di credito di circuito internazionale. GEORGIA: La valuta locale è il Lari georgiano (GEL) che si divide in 100 Tetri (€ 1 = 3,o0 GEL). E' relativamente facile, a Tbilisi e nei principali centri urbani, procurarsi denaro attraverso distributori automatici o cambiare valuta (specialmente euro e dollari) in banca o presso uno dei numerosi agenti di cambio indipendenti. La valuta straniera più largamente accettata è il dollaro, meglio se in banconote di piccolo taglio che devono essere successive al 1991. Le somme superiori ai 400 Euro, o equivalente in altra valuta, devono essere dichiarate alle Autorità di frontiera. Lingua ARMENIA: La lingua ufficiale è l’armeno, largamente utilizzato il russo, meno l’inglese. GEORGIA: La lingua ufficiale è il georgiano che utilizza un alfabeto unico al mondo. Molte persone parlano ancora il russo, meno conosciuto l’inglese. Telefono ARMENIA: Per telefonate in Armenia, occorre digitare il prefisso internazionale 00374 seguito dal codice della località senza lo 0 e dal numero desiderato. GEORGIA: Per telefonate in Georgia, occorre digitare il prefisso internazionale 00995 seguito dal prefisso della località e dal numero desiderato. Per telefonare in Italia comporre lo 0039 seguito dal prefisso della cittá con lo zero e dal numero dell'abbonato. Per quanto riguarda i telefoni cellulari occorre assicurarsi che siano abilitati al “roaming internazionale”. Elettricità La corrente è a 220 volt e le prese sono in genere compatibili con le normali spine europee. Cucina ARMENIA: La cucina armena è molto simile a quella dei paesi mediorientali e fa largo uso di erbe aromatiche, yogurt, cipolla e aglio. I pasti iniziano con una serie di antipasti (meza): dalla carne speziata (pasterma) al formaggio, olive e verdure. Il riso, cucinato in vari modi, è un primo piatto molto diffuso insieme alle zuppe. Immancabili i dolma, foglie di vite ripiene di carne macinata, riso e spezie. I khorovatz, spiedini di agnello o carni miste alla brace, sono il piatto forte ma non manca il pesce, come le celebri trote del Lago di Sevan. Non va dimenticato il lavash, il pane tradizionale armeno sottilissimo e morbido. I dolci sono a base di miele, cannella, noci, pistacchi; il più popolare è il baklavà. La frutta in Armenia cresce rigogliosa e dolcissima. Oltre alle celeberrime albicocche, grandi quasi come pesche, primeggiano i fichi, le prugne, ciliege, l’uva e i melograni dai quali si ricava un succo squisito. L’acqua minerale è abbondante ed esistono anche buone birre locali. Di ottima qualità i vini e il cognac. GEORGIA: Fulcro dell'attività domestica, la cucina è uno degli aspetti più importanti della cultura nazionale. Il banchetto georgiano (supra) segue un rituale complesso ed è diretto dal "tamada" che, durante tutto il pasto, propone i brindisi tradizionali. E' consigliabile non brindare con la birra perchè in Georgia è considerato un sottile insulto. I pasti iniziano generalmente con un assortimento di piatti freddi: insalata di fagioli e di nocciole (lobio), melanzane con le noci (badrijani), spinaci speziati (pkhaliis), senza dimenticare i sottaceti e le carni affumicate (basturmas). Seguono due o tre piatti caldi e diversi dessert. La cucina georgiana fa molto uso di noci, che sono utilizzate per preparare (con aggiunta di vari ingredienti tra cui erbe, aglio, uova) elaborate zuppe, salse e dolci (un dolce caratteristico è il gozinakj, a base di zucchero caramellato). Le carni più apprezzate sono quelle di maiale, bue e pollo, cucinate sia arrosto che alla griglia e in casseruola. Tra le specialità locali segnaliamo lo "Satsivi" (un piatto freddo preparato con pollo o tacchino arrosto in salsa di noci, condito da varie spezie che si mangia per tradizione in occasione del Capodanno georgiano), il "khachapuri" (una specie di focaccia di formaggio), il "khinkali" (ravioli di carne speziata), il "mtsvadi" (maiale o vitello alla griglia). Il vino occupa un posto centrale nell'ospitalità georgiana. La Georgia produce diversi vini bianchi e rossi, il più noto dei quali è il Kindzmareuli, un vino rosso fruttato che piaceva a Stalin. Nella maggior parte dei ristoranti viene suonata musica dal vivo, talvolta a volume molto alto. Religione ARMENIA: La maggioranza della popolazione è di religione cristiana apostolica di rito armeno con minoranze di cattolici, protestanti, mussulmani e testimoni di Geova. GEORGIA: La maggioranza della popolazione è di religione ortodossa georgiana con minoranze di ortodossi russi, mussulmani, apostolici armeni, cattolici. Festività ARMENIA: L'Armenia celebra un gran numero di feste, molte delle quali sono di impronta cristiana ma fortemente legate alle stagioni, alle tradizioni popolari e al territorio: il 6 gennaio si celebra il Natale Ortodosso (Surb Tsnund); il 14 febbraio la festa della purificazione (Trndez); la Domenica delle Palme (Tsaghkazard) è una vera e propria festa di primavera e apre la settimana che porta alla Pasqua (Zatik); 40 giorni dopo Pasqua si celebra la festa dell'Ascensione (Hambartsum). La principale festa estiva, 14 settimane dopo Pasqua, è la Trasfigurazione (Vardavar), durante la quale i bambini spruzzano acqua a tutti. A metà agosto si celebra l'Astvatsatsin (festa della Madre di Dio) con la benedizione dell'uva prima del raccolto; a metà settembre la festa della Santa Croce (Khatchverats) durante la quale vengono anche commemorati i morti. Altre festività sono: Capodanno, 8 marzo (festa della donna), 24 aprile (ricordo delle vittime del genocidio), 9 maggio (giorno della Vittoria e della Pace), 28 maggio (giorno della Prima Repubblica), 5 luglio (giorno della Costituzione), 21 settembre (festa dell'Indipendenza), 7 dicembre (ricordo delle vittime del terremoto del 1988). GEORGIA: Fra le maggiori festività georgiane si segnalano: 1° Gennaio (Capodanno), 7 Gennaio ( Natale Ortodosso), 19 Gennaio (Epifania Ortodossa), Pasqua e Lunedì dell'Angelo, 26 Maggio (Festa dell'Indipendenza), 28 Agosto ("Mariamoba", Assuzione della Vergine), 14 Ottobre ("Svetitskhovloba", festa in onore della tunica di Cristo conservata nella Cattedrale di Mtskheta) e 23 Novembre (Festa di San Giorgio e Anniversario della Rivoluzione delle Rose). Shopping ARMENIA: In Armenia il luogo migliore per gli acquisti è Erevan: troverete tappeti, gioielli e molti oggetti di fattura artigianale (legno e ceramica). È vietata l’esportazione di manoscritti, tappeti e icone antichi e, in genere, di oggetti di autentico antiquariato. GEORGIA: L'artigianato locale è ricco e vario: dai tappeti Bukhara, famosi in tutto il mondo, ai tappeti di lana o feltro, alle tradizionali trapunte di seta o cotone. Nei piccoli mercati è possibile trovare anche ceramiche dipinte, gioielli in argento, vari copricapo in pelle e originali sculture in legno. L'esportazione di libri antichi, di dipinti o di icone può comportare gravi complicazioni alle dogane.
QUOTE DI PARTECIPAZIONE Data l’estrema variabilità delle tariffe, in particolare di quelle aeree, abbiamo preferito non indicare le quote di partecipazione. Queste verranno fornite dietro espressa richiesta tenendo conto delle date del viaggio, del numero presumibile dei partecipanti, della categoria degli alberghi e di tutti i sevizi richiesti. NUMERO MINIMO DI PARTECIPANTI In linea generale, per ottenere le migliori condizioni tariffarie, il gruppo dovrebbe essere composto da un numero minimo di 15/20 partecipanti e un massimo di 45/50, a seconda delle destinazioni. Possiamo comunque organizzare viaggi su misura per gruppi di entità inferiore o superiore alle 50. DOCUMENTI NECESSARI PER IL VIAGGIO Le informazioni relative ai documenti e visti richiesti dai vari paesi riportate di fianco a ciascun programma sono aggiornate alla data di stampa e si riferiscono ai cittadini italiani maggiorenni. Poiché tali informazioni possono variare, esse andranno riverificate al momento dell’eventuale prenotazione. SISTEMAZIONI ALBERGHIERE Le sistemazioni alberghiere sono generalmente previste in buoni Hotel 3 o 4 stelle da noi selezionati. E’ comunque possibile prevedere hotel di diversa categoria. Facciamo presente che in alcuni paesi (ad esempio Israele) non esiste una classificazione ufficiale degli Hotel. Gli albergatori hanno in questi casi la facoltà di dichiarare le categorie che ritengono più consone anche se a volte le strutture non possiedono i requisiti per poter appartenere a tali categorie. Anche ove prevista, la classificazione ufficiale, non è sempre equiparabile agli standard europei e alberghi della stessa categoria potrebbero avere caratteristiche e servizi molto diversi. TIPOLOGIA CAMERE Le camere negli alberghi sono generalmente a due letti. Le camere singole sono disponibili in numero limitato (circa il 10% del totale dei  partecipanti) e sono sempre soggette a riconferma. Le camere triple, non sempre disponibili, sono generalmente camere doppie con un letto aggiunto, spesso più piccolo e adatto principalmente a bambini; lo spazio a disposizione nelle camere triple risulta spesso essere un poco ridotto. TRATTAMENTO Per i programmi proposti generalmente prevediamo la pensione completa. I pasti sono previsti in Hotel o ristoranti eccetto ove diversamente  indicato. Le bevande ai pasti sono sempre da ritenersi escluse. Può però essere richiesto il “pacchetto bevande” con relativo supplemento da quantificare in fase di preventivo. ACCOMPAGNATORI - GUIDE - INGRESSI Per tutti i nostri programmi prevediamo valide guide/accompagnatori locali parlanti italiano. In Israele garantiamo la presenza di guide cristiane certificate autorizzate dalla Commissione Pellegrinaggi in Terra Santa. Gli ingressi ai siti e ai musei indicati nel programma, salvo diversamente specificato, sono inclusi nelle quote. PROGRAMMI ITINERANTI Per ragioni tecniche non imputabili alla nostra volontà, i programmi itineranti potrebbero subire variazioni. PRENOTAZIONE DELLE S. MESSE Per tutti gli itinerari possiamo prevedere la celebrazione delle S. Messe giornaliere. Nei paesi o nelle località dove non esistono chiese cattoliche è generalmente possibile celebrare la S. Messa negli Hotel. ASSICURAZIONE MEDICO, BAGAGLIO E ANNULLAMENTO VIAGGIO I partecipanti ai nostri viaggi godono tutti di assicurazione medico, bagaglio e annullamento viaggio Filodiretto. Per la descrizione dettagliata di tali coperture rimandiamo al catalogo “Pellegrinaggi Rusconi”. MANCE Salvo diversa indicazione, le mance non sono comprese nella quota di partecipazione. Prima della partenza verranno fornite al capogruppo le informazioni sugli usi dei paesi visitati. CONDIZIONI DI PAGAMENTO Alla conferma del viaggio/pellegrinaggio dovrà essere versato un acconto pari circa al 30% (salvo diversa indicazione) della quota totale di partecipazione. Verranno altresì evidenziati gli scaglioni di penale in caso di annullamento. Circa un mese prima della partenza verrà richiesto il saldo.
Invia
1
Invia la tua richiesta qui
Buongiorno, inviaci la tua richiesta. Ti risponderemo dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 18:00. Grazie per averci contattato. Lo staff Rusconi Viaggi.